Recensione: Plinivs #1

Editore Flashbook Edizioni
Autori Yamazaki Mari e Miki Tori
Prima pubblicazione 2013
Prima edizione italiana 2017
Formato 13 x 18 cm con sovraccoperta
Numero pagine Prime pagine a colori

Prezzo 5,90 euro

Ma il risentimento della Natura è qualcosa di insondabile…

È il 79 d.C,  la furia del Vesuvio si abbatte sul paesaggio circostante e un incalcolabile numero di vite umane si spengono. Tra queste si annovera Gaio Plinio Secondo, importantissimo scrittore romano, la cui morte – riportata in una sentita lettera del nipote – gli è valsa il titolo di protomartire della scienza sperimentale (definizione di Italo Calvino). È tra le figure antiche più importanti per la scienza, al punto da venir considerato il primo naturalista della storia occidentale, ed è a questo lato della sua vita che Plinivs, il nuovo manga di Yamazaki Mari in coppia con Tori Miki, è dedicato.

L’INIZIO E LA FINE

Il primo capitolo ci porta proprio ai piedi di quella eruzione del 79 d.C., mostrandoci Plinio e il suo assistente Eukles ad osservare con curiosità scientifica quello straordinario fenomeno. Dinanzi a quella maestosità che da lì a breve determinerà la fine della loro vita, nella mente del suo sottoposto riaffiora il ricordo dell’eruzione dell’Etna in cui perse il padre e da cui scaturì l’incontro con Plinio che dà il via alle vicende di questo manga. La figura del Vulcano, rappresentata anche nella prima splendida copertina, è l’alfa e l’omega di questa storia in quanto massimo rappresentante dei fenomeni naturali che la muovono.

Consultando il suo Naturalis Historia, trattato sulla natura che raccoglieva tutte la sua conoscenza sull’argomento, ci è stato possibile scoprire tutto quello che i Romani pensavano sul mondo che li circondava. Plinivs, lontano dall’essere una precisa ricostruzione storica della vita del protagonista, vuole essere un omaggio a quell’immenso sapere antico e al tipo di persona che si cela dietro la sua raccolta attraverso un racconto che fonda la realtà storica all’immaginazione, la verità alla leggenda.

DOLCE VAGARE

In questo primo volume veniamo a contatto con un manga slice of life un po’ atipico in cui non si intravede una vera trama e il numero di comprimari è decisamente ristretto (tra questi, l’Imperatore Nerone sembra pronto ad assumere un ruolo di peso nelle vicende future e fa una sua breve comparsa anche il filosofo Seneca e il non-ancora-imperatore Vespasiano). Yamazaki Mari ci porta a vagare assieme a Plinio per l’Italia con il solo scopo di ascoltare quel che ha da dire, raccontandoci l’enorme passione che animava il suo lavoro e tentando di farci vedere il mondo attraverso i suoi occhi pieni di curiosità. Nient’altro anima questo manga oltre al desiderio di sapere i come e i perché del mondo, chiacchierando di cose come l’importanza delle api o della nascita dei terremoti. Fa sorridere leggere alcune delle ingenuità a cui la mancanza degli strumenti odierni portava, ma allo stesso tempo molte delle intuizioni fanno riflettere sull’intelligenza straordinaria di questi uomini.

OCCIDENTE E ORIENTE

Rispetto alla precedente opera dell’autrice, Thermae, Romae, Plinivs si distingue per la collaborazione con Tori Miki, di cui possiamo approfondire le dinamiche grazie al dialogo tra i due riportato in questo primo volume. Ad occuparsi dei personaggi del manga è Mari, disegnando questi corpi che sono un cortocircuito tra una sensibilità orientale moderna e una forte influenza dell’arte classica, mentre è di Miki il compito di disegnare gli sfondi molto dettagliati e frutto di precise documentazioni che meglio si adattano ai toni seri dell’opera. Il risultato della collaborazione tra questi due autori sono delle tavole curate e caratterizzate da uno storytelling asciutto e funzionale.

Conclusioni

Con queste premesse e per l’atipicità della materia trattata, è difficile prevedere la direzione e la forma che prenderà con l’andare avanti dei volumi. Ci troviamo sicuramente dinanzi ad un’opera di nicchia che racconta con passione e leggerezza il mondo dell’Antica Roma sotto un occhio diverso da quello a cui siamo abituati. Colpi di scena, ritmo serrato o, più in generale, una struttura “classica” non sono quel che troverete qui. Quel che invece troverete in Plinivs è una lettura pacata che racchiude un sapere antico con cui imparare a guardare con gli occhi di un uomo per cui il mondo è un enorme e gigantesco mistero che non vede l’ora di svelare.

PRO CONTRO
– Un protagonista dalla mentalità affascinante
– Una storia che ci porta nell'Antica Roma sotto un punto di vista inusuale e interessante
– Tratto morbido e funzionale alla storia
– Difficile prevedere la strada che prenderà
– Primo volume povero di eventi

C4 MATITE:

Matteo Caronna

Studente di Lingue e Letterature Moderne a Roma. Inizia a leggere fumetti per caso e sempre per caso continua a farlo. Poi un giorno loro gli fanno scoprire la magia e stringono un patto con lui affinché inizi a scrivere recensioni e non li abbandoni mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.