Recensione: Durango – La serie

Editore Gp Publishing e Cosmo
Autori Yves Swolfs, Thierry Girod
Prima pubblicazione Edition des Archers Collection : Wild west story 1981
Prima edizione italiana Collana Metal Totem Comics 1981
Formato 16×21, brossurato , b/n
Numero pagine 96

Prezzo non precisato

UN ATTO D’AMORE CARTACEO NEI CONFRONTI DELLO SPAGHETTI WESTERN

Una serie d’ampio respiro con protagonisti che si rifanno a Jean-Louis Trintignant, Klaus Kinski, Tomas Milian e il mare di attori e caratteristi che avevano base a Cinecittà negli anni Sessanta e Settanta. Lo spirito di Django e Sartana aleggia nell’aria, il tutto inquadrato dalle divine matite di Yves Swolfs, dettagliatissime, suggestive, talmente “piene” che una singola vignetta potrebbe essere osservata per ore e lasciare la sensazione di non aver visto tutti i dettagli.

L’incipit è durangoquello de “Il grande silenzio” di Sergio Corbucci, film del 1968, dove parlano i volti, la neve e le pistole. Durango Lang è un killer solitario soprannominato “il pacificatore”. Nel primo albo è violentemente menomato alla mano destra e per questo motivo inizia a utilizzare, improvvisandosi mancino, un’automatica Mauser C96, imponendo maschia giustizia per tutti gli albi della serie.
Azione, facce di granito, polvere, passione, sangue, onore… cose da veri uomini. Le ultime due storie sono state scritte da Yves Swolfs ma disegnate da Thierry Girod. Il Genio di Swolfs sta nel suo manierismo, nessun guizzo pirotecnico, niente linee cinetiche, soltanto la perfezione del tratto. Yves produce fumetto pop come quello degli albi Bonelli ma raggiunge vette grafiche (meno di sceneggiatura) ineguagliabili.

LE EDIZIONI

La prima edizione italiana di Durango risale al 1981 come speciale della collana Metal Totem Comics, poi la saga continuò grazie a Lanciostory e alcuni speciali dell’Eternauta. Al momento nel Belpaese sono presenti due versioni della saga di Swolfs, quella prestige a colori Planeta (incompleta) e quella intera in formato Bonelli iniziata da Gp Publishing e continuata da Cosmo.

swolfs2

durango008GP Publishing ha iniziato nel 2011 un’operazione che ha del generoso nei confronti dell’appassionato. La casa editrice ci ha dato la possibilità di leggere fumetti usciti finora solo in volumi costosissimi o difficilmente collezionabili perché frammentati in riviste-contenitore. Un lavoro lodevole che merita un grande applauso dal pubblico fumettaro.

Un’operazione non solo economica ma anche culturale che adesso Cosmo prosegue con passione, proponendoci ogni mese arte disegnata d’altissimo valore a costi contenuti. A chi è abituato alla qualità del pubblicato nostrano le opere dei maestri francesi, anche se ridotte in formato e prive dei colori, appariranno come capolavori che valgono il prezzo del biglietto.



LA NOSTRA PAGELLA: 8/10



Salvatore Giordano

Nato nel tepore siculo per colpa dei dindi si trasferì nella gelida pianura padana. La madre racconta che le sue prime parole furono "Qui, Quo, Qua". Legge fumetti da sempre ed in 42 anni ha accumulato una quantità tale di giornalini che si sente un pò responsabile del riscaldamento globale. Nipote adottivo di Nonna Abelarda, gestisce dal 2008 il glorioso blog sui fumetti vintage "Retronika" .

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.