Recensione: Emilia

Editore MalEdizioni
Autori Fabio Bonetti
Prima pubblicazione 2014
Prima edizione italiana //
Formato 24×17, brossura, colori
Numero pagine 64 pagine

Prezzo 15 euro

Mi pare che a volte sia così difficile… mettere a posto le cose.
Sembra che un posto, certe cose, non ce l’abbiano mai avuto.
Che poi invece, mi viene da pensare che dovrebbe essere un po’ come andare in bicicletta…
… ti basta pedalare.

LE COSE A POSTO

tumblr_inline_nboztwXnBN1qaj9fn“Emilia” è una storia d’amore: nostalgico, amaro e crudele ma pur sempre amore. La relazione tra un nipote e la nonna vissuta nel quotidiano di dodici micro episodi che nonostante le tematiche a volte crude e spiazzanti cullano dolcemente in un passato, non poi così lontano, capace di far rivivere la propria infanzia.
I titoli delle storie non seguono un ordine cronologico e possono essere lette a piacere in quanto autoconclusive: PASTIGLIE; BOGART È VIVO; TIRARE L’ACQUA SPESSO; IN UNA CRONOLOGIA CONFUSA E MALIGNA; LE COSE A POSTO; PARLARE IN FACCIA; AMOREVOLMENTE; CANDELE; QUANDO SOGNA; UN CERTO GAS CHE FACEVA DEI RICCIOLI; DICHIARARE I REDDITI; OROSCOPI.
Emilia-in-biciclettaNon è difficile immergersi in queste atmosfere un po’ malinconiche, ritrovare se stessi e i propri rapporti personali, scoprirsi a sorridere per la schiettezza ingenua della vecchiaia messa a confronto con la nuova generazione, la nostra; o sentire la mascella irrigidirsi quando il tema trattato ci colpisce inaspettato mostrandoci la tristezza dell’esistenza. Una storia d’amore che non cade mai nei luoghi comuni e nel patetico, capace di avvicinare a un periodo in cui tutto sembrava vissuto con più semplicità, senza che intricati formalismi architettonici ci censurassero il linguaggio e il pensiero. Blasfemo, senza abbellimenti eppure dolcissimo: un’inaspettata lettura di profondo valore che ricorda nella capacità di sintesi proprio quel Carver che impera in una delle vignette.

tumblr_nenvwjDXrr1qb4k9vo1_1280IN UNA CRONOLOGIA CONFUSA E MALIGNA

Fabio Bonetti nel suo titolo d’esordio di un libro a fumetti dipinge, senza risultare mai eccessivamente smielato, dodici momenti estratti dal quotidiano: i problemi di orientamento di una persona anziana anche nella propria città, la malinconia delle feste, le visite dal medico o quelle negli uffici per la dichiarazione dei redditi.
tumblr_mx8cgz28kw1qb4k9vo1_1280C’è chi ha rivisto nel suo stile una proustiana ricerca del tempo perduto, per la sua capacità di far rivivere quello che è stato; se in parte è vero, quel che soprattutto sembra avvicinarlo al francese è quella ricerca del mot juste che è possibile ritrovare anche nel suo racconto “Marciapiedi” apparso nell’antologia Fallimenti – cadute, collassi, colate a picco, sempre edito da MalEdizioni (2013). L’attenzione e il gusto per la parola, per i modi dialettali emiliani, costituiscono un valore aggiunto e sono proprio l’elemento che rende possibile l’immersione totale nella trama.
tumblr_inline_n0oq14T36g1qaj9fnI disegni, al contrario, risultano estremamente artificiali e cozzano, piacevolmente, con la genuinità della storia. Innanzitutto il tratto: contorni ben definiti, ma pochi dettagli se non l’onnipresente sensazione che ogni personaggio porti una maschera. Inoltre la bicromia rosso e ottanio colpisce il lettore come un pugno in pieno stomaco, quasi respingendolo. Una scelta certamente audace, caratteristica e che rende l’autore ben riconoscibile all’interno del vasto panorama di titoli a cui siamo sottoposti. Fabio è anche l’autore dell’illustrazione riportata sulla tessera ARCI 2014.

EDIZIONE

Emilia, edito da MalEdizioni nella collana ConSequenzaFumetti fuori dai margini, è un brossurato di 64 pagine. Il prezzo, come spesso accade per i titoli di piccole case editrici dal catalogo ancora “acerbo”, fa storcere il naso a chi è abituato a ottenere per lo stesso prezzo una foliazione maggiore e un titolo più commerciale e conosciuto. Ciò nonostante la storia narrata è una di quelle che mettono radici, che ti costringono a rimuginare, a riprendere in mano il volume e riscoprire quel punto di vista che a una prima lettura forse non si era colto del tutto. Tenendo questo dettaglio presente i 15 euro di prezzo di copertina si pagano volentieri.

image

Se non ci credete, qui sotto trovate una corposa anteprima.
Enjoy!



LA NOSTRA PAGELLA: 7.5/10



Martina Moretti

Nata a Carrara, una città a metà tra i monti e il mare, coltiva la passione della lettura, fumetti e non, da quando era ancora un virgulto di ragazza. A fine novembre 2013 si infervora per l’idea dell’amico Nicholas Venè e si lascia trascinare dentro lo staff di C4Comic. In fondo, però, l'unica cosa importante da dire è: Cyclops was right! (cit.)

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 10 dicembre 2014

    […] belle cose (avete letto le nostre recensioni vero? In caso contrario ecco quanto ci sono piaciuti Emilia e Zero e Uno) e state sintonizzati con C4Comic per ulteriori news. Noi restiamo qui, acquattati, […]

  2. 10 marzo 2015

    […] di colori supersaturi molto violenti. La sua opera di esordio Emilia (che abbiamo recensito qui) , sta avendo un grande successo, ed è venuto il momento di conoscere meglio questo autore che ha […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.