Recensione: Lo scontro quotidiano Vol. #1

Editore Coconino Press
Autori Manu Larcenet
Prima pubblicazione Dargaud 2003
Prima edizione italiana Coconino Press 2007
Formato Brossura – 17×24 cm
Numero pagine 120 pp

Prezzo 17.00 €

Per quanto mi riguarda, le grandi sofferenze mi anestetizzano.
Che io parli o che resti in silenzio, sono vuoto.
L’istantaneo annullamento di ogni emozione sembra essere il mio personale sistema di difesa.
In questo modo sono capace di andare avanti. Una parte di me si occupa degli altri, delle relazioni sociali, delle questioni pratiche, insomma…
…mentre l’altra alberga nel mio angolo d’inferno rigorosamente privato,
al riparo dagli sguardi.

Ci sono fumetti che appassionano o che semplicemente piacciono, e poi ci sono quei fumetti che sai che porterai sempre con te, che ti cambiano l’umore. Libri che ti migliorano la giornata e ti fanno sentire più centrato e in pace con te stesso. “Lo Scontro Quotidiano” di Manu Larcenet rientra di prepotenza in quest’ultima categoria.

UN NUOVO INIZIO

coverIl libro di Larcenet racconta la storia di Marco, un fotografo di talento in piena crisi lavorativa ed esistenziale, che decide di dare un taglio netto alla sua vita: Marco lascia la psicoterapia che porta avanti da otto anni, si prende un anno sabbatico da un lavoro che ormai non gli trasmette più nulla e si trasferisce a Chazay, un piccolo paesino di campagna distante seicento chilometri dalla periferia parigina. Un nuovo inizio quindi, che porterà con sé amori, amicizie, dubbi e drammi famigliari: Lo Scontro Quotidiano è un viaggio alla ricerca di sé stessi, una fotografia generazionale che illustra quello che è il vissuto e il presente di molti trentenni, di una generazione precaria, senza sicurezze e alla ricerca di un posto nel mondo.

GLI ELEMENTI (NON) TRASCURABILI

Larcenet 03Il disegno presenta uno stile “cartoonesco”: nasoni pronunciati, due puntini al posto degli occhi e un tratto semplice e morbido a condire il tutto. Ma la bravura di Larcenet si sdoppia: da una parte si apprezza il fatto che lo stile del disegno, quasi caricaturale, non intacca minimamente il realismo della vicenda raccontata, prestandosi splendidamente a tutti i toni della storia, siano essi umoristici, teneri o drammatici. Dall’altra parte assistiamo all’utilizzo di un disegno assolutamente realistico che l’autore dosa sapientemente, limitandolo a determinate situazioni (come nel caso in cui vuole mostrare al lettore i volti e i soggetti presenti nelle fotografie scattate dal protagonista), senza che venga a meno la coerenza stilistica o narrativa.

Dal punto di vista narrativo l’autore usa uno stile sintetico eppure esaustivo, in poche parole Larcenet sa scrivere e lo fa benissimo. Ciò che non viene “detto” è quindi mostrato con le immagini, grazie a una capacità di sintesi e di chiarezza impressionanti: non manca niente alla scrittura e allo stesso tempo non serve aggiungere altro per rendere il racconto più fluido di quanto non sia già. Tutto scorre alla perfezione.

LA FORZA CONSOLATRICE

Larcenet 02Impossibile non identificarsi con il protagonista. Chi ha l’età del sottoscritto (trentuno primavere, sigh – ndr) affronta inevitabilmente nella propria vita alcuni degli aspetti del quotidiano di Marco, scatta quindi nel lettore un meccanismo consolatorio tipico della condivisione di una difficoltà. Attacchi di panico, paura di cambiare, mettersi in gioco oppure affrontare la difficile malattia di un genitore (celo, celo, celo, manca…ah no, celo… – ndr), quale che sia la tematica raccontata dall’artista francese, la lettura ha un potere benefico e una forza consolatrice incredibili. L’effetto “salvifico” che ne consegue non è da imputarsi solamente alle tematiche descritte ma anche alla bravura di Larcenet nel raccontare il tutto con ritmo, intelligenza e onestà: non c’è nessuna traccia di vittimismo o apologia della post-adolescenza tra le pagine del volume, soltanto il racconto sentito e sincero di un trentenne qualsiasi che decide di mettersi in gioco, di crescere e di affrontare le proprie paure.

Larcenet 01

Consigliato a tutti gli amanti del buon fumetto d’autore e a coloro che hanno paura dei cambiamenti. 


Lo scontro quotidiano: 1 Le Combat ordinaire, Tome 1 Le Combat ordinaire, Tome 2 Le Combat ordinaire, Tome 3Le Combat ordinaire, Tome 4



LA NOSTRA PAGELLA: 8/10



Marcello Bertonazzi

Newser e recensore milanese. Ha passato due terzi della sua esistenza a drogarsi di fumetti, libri e a collezionare dischi. Entra ed esce in continuazione dal tunnel delle serie tv. Pare purtroppo non ci sia più niente da fare. Felicemente irrecuperabile.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.