Recensione: Noein #0

Editore Cyrano Comics
Autori Fosco Niemand, Diego Mazzo, Sanzio H, Bouquet, Tristan Strauss, SID+ NEY, Yupa.
Prima pubblicazione Marzo 2013
Prima edizione italiana Marzo 2013
Formato
Numero pagine 224

Prezzo non precisato

“Che sia l’immaginario a darci nuovi attimi d’eterno.”
Il Giullare schiaritosi la voce incominciò a sfogliare le pagine…

LE MILLE E UNA NOTTE

Noein ha un’atmosfera da mille e una notte: ad assumersi il ruolo di cantastorie, di filo conduttore dell’intera opera, sono i principi di Numeropoli, Nous la principessa della Luce e Noein il primcipe Splendente, e il loro fido Giullare. le storie sono raccontate con modalità di narrazione diverse che passano dal racconto illustrato al fumetto vero e proprio.

Nelle infinite stanze del palazzo di Numeropoli, un luogo oltre il tempo e lo spazio, è da tanto che non vengono più raccontate storie: il principe Noein è triste perché la luce delle città degli uomini offusca quella delle stelle, ma la principessa della Luce riporta il sorriso sulle labbra del fratello e il giullare può ricominciare a raccontare. I principi raccontano e commentano ogni storia contenuta nel volume, offrendo spesso spunti interessanti di interpretazione, ma sempre con la grazia disattenta di dei che non comprendono a fondo il senso delle vicende dei mortali.

Le storie raccontante in questo volume sono tre: le Ballate di Neobabilonia, Giano e L’impuro.

Le Ballate di Neobabilonia sono raccontate sotto forma di fumetto e si tratta di un racconto a puntate che si sviluppa volume per volume e ne rappresenta una delle costanti. Tra il dark e il cyberpunk è ambientato in un futuro distopico all’interno di una città su più livelli che alterna l’ipertecnologia alla miseria più nera. In questo primo numero troviamo Damon Blake, un cacciatore di taglie, alle prese con un serial killer, ma sarà lui il nemico più pericoloso?

Anche Giano è una storia narrata per immagini, ma è veramente difficile descriverne la trama. Si tratta di un gioco metalinguistico e temporale e l’unico modo per darvene un’idea è citare un pezzo dell’opera:

Giano è il Dio che rappresenta i passaggi e muto osserva di ogni cosa l’inizio e la fine

L’impuro invece è un racconto illustrato che narra dell’amore sbocciato a un ballo in maschera tra un affascinante gentiluomo e un’ingenua ragazza. Le persone, però, non sono mai quello che sembrano…

Per come è stato costruito questo titolo non presenta un’unica trama, piuttosto fili conduttori che legano le storie: il primo è la presenza dei principi di Numeropoli, il secondo è lo stile.

CULTURA E RICERCATEZZA

Lasciatemi dire che ho letto questo fumetto completamente alla cieca, attirata dal titolo che mi rimandava ai miei studi. Avevo ragione. Il libro è ricco di riferimenti colti e in particolare alla cultura classica: i nomi di principe e principessa, per fare l’esempio più immediato, rinviano a parole greche che rimandano all’ambito del pensiero e della ragione e gli epiteti letterari presenti nei loro racconti all’epica di Omero. Inoltre la loro dimensione rimanda all’empireo indifferente e incurante Plotino o allo stesso Olimpo e molti sono i riferimenti anche alla cultura indiana e al buddismo. Insomma cultura e ricercatezza sono due elementi a cui gli autori danno molta importanza elemento che hanno in comune con la loro casa editrice Cyrano Comics e che li ha spinti a questa proficua collaborazione.

Lo stile di narrazione, soprattutto nei racconti di Numeropoli è barocco, complesso e, a volte, difficile da seguire, soprattuto per un lettore disattento, mentre altrove, quando la dimensione onirica si stempera, il linguaggio diventa più semplice e d’immediata comprensione.

RACCONTI E DISEGNI

I racconti tra fantasy e cyber punk hanno una forte dimensione onirico-filosofica e una natura allusiva e reticente che lascia il lettore libero di interpretarne il senso e di trovare una risposta, ma gli fornisce comunque alcune chiavi di lettura interessanti. Le storie seguono un gusto un po’ decadente e i disegni, che ricordano la produzione manga, si adattano bene allo stile complessivo dell’opera: non rivelano il senso nascosto del testo, ma danno solidità.

Noein è un’autoproduzione nata dalla collaborazione di Nachtbummler, un gruppo di autori italiani, con Cyrano Comics. I volumi sono pubblicati con cadenza annuale e ed il quarto volume è atteso per il prossimo Lucca Comics.


Noêin:00
Noêin:01
Noêin:02
Noêin:03
Comics factory



LA NOSTRA PAGELLA: 6/10



Beatrice Spezzacatena

Sono una studentessa di giurisprudenza che ama il giornalismo e i fumetti. Ho iniziato da piccola con Topolino, ho divorato tutte le altre uscite della Disney (Da Monster Allergy a X Mickey) e non mi sono più fermata. La curiosità è un mio brutto vizio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.