Recensione: Omnibus – Gli incredibili X-Men vol. #1

Editore Panini
Autori Chris Claremont, Len Wein, Bill Mantlo, John Byrne, Dave Cockrum, Bob Brown, Tony Dezuniga, George Perez
Prima pubblicazione 2006
Prima edizione italiana 2009
Formato 18×28
Numero pagine 816

Prezzo non precisato

Dalle ceneri del passato si accendono le fiamme del futuro.
Inizia una nuova e gloriosa epoca… Seconda Genesi!
(da Second genesis! Giant-size X-Men 1, 1975)

Copertina del volume Omnibus.

Copertina del volume Omnibus.

UNA BREVISSIMA GENESI DEI PRIMI X-MEN

Siamo nel 1963, e la coppia formata da Stan Lee e Jack Kirby ha appena dato vita al primissimo super gruppo di mutanti. Gli X-Men erano diversi dagli altri supereroi, non avevano ricevuto le loro abilità da un fattore esterno, non era stata la magia né la scienza, ma semplicemente la natura: il “gene X”, una sorta di bomba a orologeria, calibrata, in maniera non sempre precisa, per esplodere durante la pubertà, trasformando un normale essere umano in un individuo straordinario.
Ma gli X-Men non erano semplicemente mutanti, erano eroi votati a una causa, al sogno del Professor Charles Xavier, che sperava in un mondo in cui mutanti ed esseri umani potessero convivere in pace, all’insegna del reciproco rispetto. È alla ricerca di quella che si rivelerà essere un’utopia che il Professor X aveva riunito i più promettenti della sua specie, li aveva addestrati, e come un padre si era preso cura di loro, mettendo loro un tetto sopra la testa: la Scuola Xavier per giovani dotati, istituto situato al 1407 di Graymalkin Lane, a Salem Center, nello stato di New York.

Vignetta di Marie Severin da Foom n. 10, che scherzava sulla reazione dei fan ai cambiamenti apportati agli X-Men da Len, Chris e Dave.

Vignetta di Marie Severin da Foom n. 10, che scherzava sulla reazione dei fan ai cambiamenti apportati agli X-Men da Len, Chris e Dave.

Ed è probabilmente grazie ai temi di integrazione che il fumetto è riuscito a toccare l’animo dei lettori e a conquistare l’attenzione del pubblico. Il mutante è il “diverso”, e l’umanità è da sempre diffidente verso ciò che non si uniforma, tende ad isolarlo, emarginarlo fino anche a cacciarlo, riuscendo a scorgere in lui soltanto la minaccia. Ma non era soltanto l’odio, manifestato nei loro confronti dall’umanità priva di gene X, che i primi X-Men dovevano affrontare, bensì i membri della loro stessa specie posseduti da ambizioni di conquista, e che non miravano a un mondo di uguaglianza, ma a un mondo in cui il potere mutante metteva a tacere la mediocrità umana. Primo su tutti i super cattivi, acerrimi nemici del super gruppo, Magneto, e la Confraternita dei mutanti malvagi.

La fortuna del primo super gruppo, formato da Ciclope, Bestia, Angelo, Marvel Girl, l’Uomo Ghiaccio, Havok, Polaris e Mimo, stava per finire dopo che Lee e Kirby avevano lasciato la testata per dedicarsi a nuove iniziative Marvel, passando il testimone ad autori e disegnatori che non si sono sempre rivelati all’altezza.
Sarà a metà degli anni ’70, quando le alte sfere suggerirono a Len Wein di creare un supergruppo multietnico che strizzasse l’occhio al mercato estero, che venne creato un nuovo gruppo di X-Men completamente diverso, per elementi della serie e protagonisti, dal precedente. Bisognerà aspettare, però, l’arrivo di Chris Claremont perché i Nuovi X-Men spopolino in tutto il mondo.

Schizzo della pagina rappresentante la prima apparizione di Fenice.

Schizzo della pagina rappresentante la prima apparizione di Fenice.

DI COSA TRATTA QUESTO IMPONENTE VOLUME?

La domanda risulta legittima, e la risposta servirà a giustificare l’excursus che avete appena finito di leggere.
L’Omnibus Gli Incredibili X-Men ci mostra la prima apparizione dei Nuovi X-Men, della Seconda Genesi di mutanti, invero quelli che a furore di popolo sono maggiormente conosciuti grazie ai film, i cartoni animati e i videogames. È subito nella prima storia che scopriremo come Xavier abbia ingaggiato personaggi amati come Nightcrawler, Tempesta, Wolverine, Colosso e Sole Ardente, o che stanno ingiustamente andando dimenticati come Banshee e John Proudstar.
Non attendetevi quindi una vera e propria genesi, non una spiegazione del come e del perché gli X-Men siano stati creati. La storia è già avanti, i ruoli già definiti, e molti dei cattivi già sconfitti innumerevoli volte. Eppure quella della seconda genesi è un nuovo inizio, che non risulta scollegato dalle storie precedenti, ma ci accompagna dolcemente, riassumendoci il passato, in un nuovo mondo.
In questo mastodotico volume sono raccolte le loro prime, miliari e indimenticabili avventure: dallo scontro con Krakoa, l’isola vivente, all’esordio di Emma Frost, passando per la saga di Proteus, la prima apparizione di Fenice e dei Predoni Stellari, il ritorno di Magneto e tante altre grandi e memorabili storie. E non solo! Infatti, all’interno del volume sono presenti inserti speciali con introduzioni, e interviste degli autori, nonché uno sketch book con alcuni dei costumi mai indossati, vecchie pubblicità promozionali e schizzi originali.

Dalla storia "Dove nessun X-Men è mai stato prima!" #107, Ottobre 1977

Dalla storia “Dove nessun X-Men è mai stato prima!” #107, Ottobre 1977

PARLIAMO TECNICAMENTE

Per i più esigenti, ecco un elenco completo delle storie contenute in questo volume da collezione, imperdibile per chi si considera un X-fan, o per chi vorrebbe avvicinarsi all’universo mutante, senza però sapere da dove partire. Nota dolente di questa gigantesca edizione, oltre al prezzo elevato che non si può ritenere ingiustificato, è la dimensione stessa del volume che risulta davvero poco maneggevole e scomoda da leggere.
Ciò nonostante il valore delle storie è tale da riuscire a far dimenticare ogni cruccio.

* Giant-Size X-Men 1, del 1975Seconda Genesi!;

* The (Uncanny) X-Men 94/131, dall’agosto 1975 al marzo 1980Lo scenario Doomsmith!; La caccia!; La notte del demone!; Mio fratello, il mio nemico!; Buon Natale X-Men…; Sorge una stella funesta!; Nessun X-Men ha mai amato tanto…; Come una fenice dalle ceneri!; Chi fermerà il Fenomeno?; La caduta della torre; Il nome del Signore è Magneto; Fenice scatenata!; Il velo oscuro del passato!; Dove nessun X-Man è mai stato prima!; E ora… Apocalisse!; Gli eroi sono casa!; Sanzione-X!; Giochi mentali!; Il trionfo di Magneto!; Resa dei conti!; Desolazione; Visioni di Morte!; Per salvare la Terra Selvaggia; Psico-Guerra!; Il Giappone affonda!; Era la Vigilia di Natale…; Wanted: Wolverine! Vivo o morto!; Regolamento di conti!; Lacrime per gli innocenti!; Fermami se l’hai già sentita – ma questa è micidiale!; Ride solo quando mi fa male!; C’è qualcosa di orribile sull’isola di Muir!; Più affilato delle zanne di un serpente!; La qualità dell’odio!; L’azione della tigre!; Dio protegga l’innocente…; Dazzler; Fuga per la vita!;

* The Uncanny X-Men King-Size Annual 3, del 1979Un fuoco nel cielo!.


Gli incredibili X-Men. Marvel Omnibus: 1
Gli incredibili X-Men. Marvel Omnibus: 2
X-Men Contro La Sentinella – Lego
X-Men – iPhone Case
X-Men – Storm Action Figure



LA NOSTRA PAGELLA: 9/10



Martina Moretti

Nata a Carrara, una città a metà tra i monti e il mare, coltiva la passione della lettura, fumetti e non, da quando era ancora un virgulto di ragazza. A fine novembre 2013 si infervora per l’idea dell’amico Nicholas Venè e si lascia trascinare dentro lo staff di C4Comic. In fondo, però, l'unica cosa importante da dire è: Cyclops was right! (cit.)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.