Recensione: Orfani #01, #02, #03 e #04

Editore Sergio Bonelli Editore
Autori Roberto Recchioni, Emiliano Mammucari, Massimo Carnevale (copertine), Alessandro Bignamini, Luigi Cavenago, Luca Maresca, Werther Dell’Edera, Davide Gianfelice
Prima pubblicazione ottobre 2013
Prima edizione italiana ottobre 2013
Formato 16 cm × 21 cm, brossura
Numero pagine 94

Prezzo 4,90 euro

NOI NON FACCIAMO ARTE. NOI FACCIAMO CADAVERI!

Il genere umano è decimato da una misteriosa razza aliena, i pochi sopravissuti meditano vendetta, gli ultimi figli del pianeta terra sono addestrati per diventare macchine da guerra… signori mettetevi comodi e godetevi l’ascesa degli “Orfani”.

24768_rg_00tav03escl

Ammetto di essere partito prevenuto.
Il “Vota Antonio” mediatico a cui ero stato sottoposto mi aveva reso antipatica la serie ancor prima dell’uscita in edicola del numero uno. Non so, forse Roberto avrà utilizzato anche i messaggi subliminali in fase di promozione, fatto sta che il numero uno l’ho comprato.
L’inizio della saga mi ha lasciato indifferente, sì vabbè, somiglia a Fanteria dello spazio e ho giocato a tutta la saga di Halo, e adesso? Il numero due l’ho letto dopo un paio di settimane di riposo sul comodino, segno che non mi aspettavo chissà cosa. Il tre l’ho divorato e mi è parso la cosa italiana più figa letta nell’ultimo anno. Il quattro mi ha fatto capire che completerò la raccolta.

Una serie che è un po’ come il vizio del fumo: la prima sigaretta ti fa tossire e dici che non ripeterai l’esperienza, dopo un anno hai le dita gialle come Tweety e inquini l’ambiente come una Simca.

Orfani ragazzi banner

MOLTO BELLO, POTREBBE DIVENTARE UN CAPOLAVORO

Bisogna però vedere come saranno gestiti i finali di stagione e le interazioni del cast, composto da: il duce Nakamura, l’avvenente psicologa Jsana Juric, l’eroico badass Ringo/Pistolero, il “CiclopeJonas/Boyscout, la vendicativa Juno/Angelo, la borderline Sam/Mocciosa, il riflessivo “EremitaRaul, il viscido Rey, il compianto Hector e il Poldo della compagnia, Felix.

Sembra di vedere all’opera la crew tipica dei super robot giapponesi componibili che imperversavano negli anni Ottanta, con caratteri, vizi e virtù molto definiti e lineari anche se Recchioni ha più volte affermato e dimostrato che non tutto è cosi semplice come potrebbe apparire a una prima lettura.

L’unica nota di demerito la devo dare al character design. Il risultato visivo della saga è eccellente: finalmente leggiamo un prodotto italiano con tavole moderne di livello pari alla produzione tipica dei comics e dei manga; però le armature, i mezzi e gli alieni sanno troppo di dejà vu. Asso dice che il reparto grafico si è volutamente attenuto a degli archetipi dell’immaginario geek, ma un pizzico di sfrontatezza in più e di personalizzazione, secondo me, male non avrebbe fatto.

Orfani-2_069 copia

Fumetto ben scritto e con il pregio della prosa che non sovrasta il disegno, la sceneggiatura offre tantissime scene d’azione ai disegnatori lasciandoli divertire e osare nelle inquadrature. Mai abbiamo visto la Bonelli così dinamica, a scapito però dei tempi di lettura e di 4,90 € per qualcosa che si legge in dieci minuti. Vale in ogni caso la pena di aprire il portafogli… meglio una sveltina soddisfacente che una noiosa e prolissa pippa (psicologica s’intende… mi sa che ho usato gli esempi sbagliati).

PER QUANTO RIGUARDA L’IMMINENTE VOLUME DI BAO

Tomo che racchiuderà in versione deluxe con molti contenuti speciali i primi tre episodi della saga al prezzo di 27 €. Avrei preferito, anche pagando di più, che si fossero raccolte le “stagioni complete” perché Orfani per essere apprezzato pienamente deve essere letto tutta di un fiato.
Si dice sulla rete che Bonelli è disposto a produrre anche la terza stagione e quindi almeno sino al numero 36 stiamo a posto. Sono sicuro che quest’epopea non mi deluderà, dai primi bocconi questa crostata cibernetica nasconde sotto la frolla tanta ottima marmellata.

orfani-4

 
Orfani #0 – La Fine è solo l’Inizio
Orfani 1: L’inizio
Orfani 2: Bugie
Orfani 3: Verità
Orfani 4: La fine



LA NOSTRA PAGELLA: 8/10



Salvatore Giordano

Nato nel tepore siculo per colpa dei dindi si trasferì nella gelida pianura padana. La madre racconta che le sue prime parole furono "Qui, Quo, Qua". Legge fumetti da sempre ed in 42 anni ha accumulato una quantità tale di giornalini che si sente un pò responsabile del riscaldamento globale. Nipote adottivo di Nonna Abelarda, gestisce dal 2008 il glorioso blog sui fumetti vintage "Retronika" .

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. 24 gennaio 2014

    […] MAMMUCARI RECCHIONI – Come annunciato da tempo e ricordato alla fine della recensione di oggi, in questa pagina, la casa editrice milanese Bao Publishing stamperà un volume di […]

  2. 28 aprile 2014

    […] Stephen Collins autore de La Gigantesca Barba Malvagia Roberto Recchioni creatore della serie Orfani e curatore di Dylan Dog Alberto Madrigal autore di Un Lavoro Vero Stefano Simeone autore di Ogni […]

  3. 8 ottobre 2014

    […] BASTA? – Orfani Vol. #4 , ultima uscita dei volumi grande formato che raccolgono le avventure di Ringo e compagni, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.