Recensione: Strangers in Paradise Vol. #1

Editore BAO Publishing 2013
Autori Terry Moore
Prima pubblicazione Antarctic Press
Prima edizione italiana Castelvecchi Editore
Formato Brossura – 16×24 cm
Numero pagine 344

Prezzo € 18.00

La mia vita sono pagine stropicciate e mezze finite al sorgere del sole… se c’è una cosa che ho imparato è che non si può tornare a casa ogni volta che si vuole, che non si può sempre trovare nel prossimo un sorriso e che, senza amore, siamo solo stranieri in paradiso.

AMORE E ALTRE CATASTROFI

CoverRendere giustizia alla trama di questo primo volume di Strangers in Paradise non è cosa semplice. Si rischia infatti, nel mettere giù così come è l’idea di partenza della storia, di non valorizzare un’opera che fa del perfetto meccanismo di narrazione, delle sfumature e della splendida caratterizzazione dei personaggi le sue armi vincenti. Quindi se vi dovesse partire il campanello del pregiudizio, “questa è roba da ragazzine, io non la leggo!“, lasciate pure che suoni a vuoto perché stiamo parlando di un vero e proprio cult degli anni 90.

SiP, che lo scorso anno ha celebrato il ventennale, racconta gli amori e la vita di due ragazze, Katina (detta Katchoo) e Francine, amiche dai tempi del liceo e da allora praticamente inseparabili. Katchoo è sicura di sé, senza peli sulla lingua, indipendente e impulsiva. Francine è sensibile, insicura e sfortunata in amore. Fin qui niente di particolare se non fosse che Katchoo è innamorata di Francine, che quest’ultima è ai ferri corti con il fidanzato e soprattutto non è a conoscenza dei sentimenti dell’amica. A complicare ulteriormente la situazione è l’arrivo di David, studente d’arte alla NYU, che imbattutosi casualmente in Katchoo se ne innamora perdutamente.

Per la serie “il triangolo no”. E invece sì. Ma se è Terry Moore a raccontarne le dinamiche si può stare certi che gli sviluppi saranno tutt’altro che banali. In questo primo volume conosciamo Katchoo, Francine e David e oltre alle vicende sentimentali si apre la trama secondaria, in cui l’azione e le tinte thriller la fanno da padrone: il terzetto dovrà vedersela con un capitolo ancora aperto dell’oscuro passato di Katchoo, che tornerà a bussare alla porta delle due amiche mettendo a rischio la loro stessa vita.

LE RAGAZZE DI TERRY

katchoo svegliaIn pochi sanno raccontare le figure femminili come Terry Moore. L’artista americano ha la capacità di descrivere il mondo femminile come pochissimi altri. Ne coglie l’essenza in ogni sfumatura e rende ogni litigata, ogni sguardo, ogni dettaglio incredibilmente plausibile. Katchoo e Francine, fragili e imprevedibili, determinate e un po’ folli, impulsive e vendicative, sono vere. Emozionano. Ed è proprio questa tridimensionalità, questa cura nella caratterizzazione delle protagoniste che rende perfetto il meccanismo che trascina il lettore tra le pagine del volume, che crea un legame di profonda empatia verso i personaggi. È un processo che avviene silenziosamente: se Katchoo e Francine nelle prime pagine appaiono quasi come delle macchiette, complice anche il tratto cartoonesco di un Moore ancora distante dalla maturità stilistica di Rachel Rising (ultimo lavoro dell’autore, tutt’ora in corso di pubblicazione ndr), è proprio perché come nella vita di tutti i giorni, quello che si cela dietro una persona e al suo atteggiamento si svela con il tempo. È solo facendo la conoscenza dei personaggi che scopriamo il loro spessore, i loro difetti; soltanto con il tempo ci accorgiamo che, quello che ci è stato mostrato inizialmente, era solo una minuscola parte del loro mondo interiore e, improvvisamente, ci chiediamo come abbiamo fatto a stare fino ad ora senza le ragazze di Terry Moore.

bah

IN CONCLUSIONE

Il tenore delle vicende è lontano da ciò che si è abituati ad associare quando si pensa al mercato dei comics americani, generalmente casa di supereroi, uomini in maschera e scontri con il supervillain di turno. Qui a essere al centro della storia sono i sentimenti, ma se vi aspettate qualcosa in stile romanzetto rosa a fumetti siete in errore, perché Moore mischia sapientemente trame intimiste e thriller. Tra le pagine di Strangers in Paradise tutto è trattato con intelligenza, ironia e cura in ogni aspetto.

Una pietra miliare del fumetto indipendente americano, finalmente in un’edizione definitiva, completa e aggiornata, grazie anche all’ottimo lavoro di traduzione di Leonardo Favia. Un’ottima occasione per recuperare o scoprire per la prima volta un pezzo di storia del fumetto.


Strangers in Paradise: Vol. 1
Strangers in Paradise: Vol. 2
Strangers in Paradise: Vol. 3
Strangers in Paradise: 1
Strangers in Paradise – Omnibus Edition



LA NOSTRA PAGELLA: 8/10



Marcello Bertonazzi

Newser e recensore milanese. Ha passato due terzi della sua esistenza a drogarsi di fumetti, libri e a collezionare dischi. Entra ed esce in continuazione dal tunnel delle serie tv. Pare purtroppo non ci sia più niente da fare. Felicemente irrecuperabile.

Potrebbero interessarti anche...

1 Risposta

  1. 5 maggio 2017

    […] al 12 maggio 2017 ogni episodio di Strangers in Paradise e Rachel Rising sono scontati fino al 43%, compra il bundle serie completa e godi di uno sconto […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.