Recensione: Video Girl Ai

Editore Shueisha (Giappone)
Autori Masakazu Katsura
Prima pubblicazione Aprile 1990 -1993
Prima edizione italiana Star Comics (Italia) 1993
Formato
Numero pagine
Prezzo non precisato

INUTILE NASCONDERSI.

Alla fine degli anni novanta il lettore medio di fumetti poteva vantare nella propria collezione i 20 volumetti della serie di Video Girl Ai. Molti di quei ragazzi non leggono più o hanno cambiato genere, o più semplicemente hanno perduto la voglia o il senso del coinvolgimento. Ma nella vita di ognuno di questi arriverà un momento che rovistando in soffitta, o di sfuggita sulla bancarella di un mercatino, o a casa di un amico o in chissà quale altra casualità si troverà tra le mani un fumetto di Video Girl Ai (inconfondibili le copertine). In quel momento saranno risucchiati a ritroso tra sensazioni che sembravano sopite, dimenticheranno la vera età, per arredare di nuovo, per qualche attimo, la vita. Per questo è inutile nascondersi, per quanto schivi o inappropriati siamo stati ragazzi tutti, assaporando le esperienze dell’età del cambiamento. Lì, ognuno di noi ha sognato o ha avuto la sua Ai.

678-01

Parole che noi pronunciamo in tutta la vita, parole che non dobbiamo pronunciare… Noi riusciamo a comunicare i nostri sentimenti per mezzo delle parole… Non è facile dire le parole “mi piaci” al momento giusto… Se quel momento passa diventano parole da non pronunciare… Forse sono parole che non potrò più dire ad Ai e Moemi, oramai…
Volume 3

FIN TROPPO SEMPLICE.

vgaLa storia tanto è sempre la stessa, per questo funziona. Autentica nella sua dinamica, spietata nella sua correttezza. Yota è innamorato di Moemi che non lo corrisponde, anzi, è innamorata del migliore amico di lui. Situazione scarna, pulita, solare, senza scampo. Eppure come ci suggerisce il saggio, se si crede ai miracoli questi iniziano a realizzarsi. Così, Ai, piove nella storia, come un acquazzone d’estate, solcando il terreno arido dei sentimenti, rivoltando zolle così in profondità da rendere fertile anche il più roccioso dei cuori. Certo si devono accettare dei compromessi, si parla di ragazzi e la cosa migliore e calarsi alla loro età, ma non sarà difficile, le vicissitudini ci riporteranno indietro coinvolgendoci in prima persona. L’altalena di situazioni è punteggiata da vicende surreali, comiche, sentimentali; la leggerezza abita qui, il mondo è un allestimento temporaneo da scoprire, qui il dolore è percettibile, tangibile, chiarissimo.

Ho provato a pensare all’inverno. Per resistere al freddo si indossano abiti pesanti e si accendono le stufe. Quando il tuo corpo raffreddato si riscalda, è una situazione talmente bella che ti sembra davvero il paradiso.
Se geliamo in estate è la fine, non ci sono né cappotti né stufe pronti… Ora lo so, il suo cuore non ha né stufe né abiti pesanti…
(Yota, pensando a Nobuko) Volume 6

RAPIDISSIMO!

Masakazu Katsura apre un varco, per tutti quelli che decidono di buttarsi il gioco è fatto, si diventa prigionieri. Venti numeri che scorrono rapidi, ma non per il demerito di dialoghi scarni ma per la bramosia che si scatena via via leggendo. I disegni decisamente curati aiutano a calarsi meglio, le prospettive audaci e volutamente provocatorie addomesticano a dovere il pubblico maschile, gli intrecci amorosi offrono un piatto goloso per la dieta severa di sentimenti del pubblico femminile. Il cocktail è di quelli che lasciano un retrogusto persistente, un piacere che si fa fatica a dimenticare, perché almeno una volta nella vita ci siamo sentiti come un perfetto Yota!

C4 MATITE:

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.