Recensione: Renzo & Lucia – I promessi sposi a fumetti

Editore Shockdom
Autori Marcello Toninelli
Prima pubblicazione Dicembre 2016
Prima edizione italiana Dicembre 2016
Formato 17 x 24 cm brossurato
Numero pagine 128

Prezzo 15,00 euro

– Deo Gratias!
– Grazie, è un saluto sempre ben accetto.
– No, è il nuovo deodorante del convento.

Renzo & Lucia – I promessi sposi a fumetti coverSul raaamo, del lago di Cooomo, inizia quel tooomo, che ti devasta con i suoi trentotto capitoli..”. Lo so, lo so. Anche voi, almeno una volta, avete canticchiato o urlato a squarciagola l’adattamento musicale de I promessi sposi nato dalla fantasia creativa degli Oblivion sul capolavoro di Alessandro Manzoni, un modo semplice e divertente per conoscere uno dei capisaldi della nostra letteratura ma anche un tomo insormontabile per molti studenti. L’operazione canora di questo gruppo di educatori però non è che l’ultimo tassello di un mosaico più ampio: fin dalla sua pubblicazione infatti la storia dei due giovani lombardi è stata oggetto di parodie e scherzi, come si ricorda nella prefazione di Renzo & Lucia – I promessi sposi a fumetti, scritto e disegnato da Marcello Toninelli (La divina commedia a fumetti) ed edito da Shockdom.

TEMPI DI NARRAZIONE & UMORISMO

promessi sposiLe aspettative che avevo su questo volume erano buone, avendo letto proprio la parodia di Dante alcuni anni fa ed essendomi piaciuta molto: purtroppo stavolta non è andata così.  Nonostante lo stile grafico sia tanto semplice quanto godibile, stilizzato ma non per questo banale, a mio parere è mancata la verve che caratterizzava il viaggio nell’aldilà del Sommo Poeta toscano e la varietà d’ambientazione che l’opera comportava. Milano e il Comasco non sono certo infatti l’Inferno o il Paradiso (né si pretende una parità in tal senso), ma donano una scenografia più tradizionale, fattore che porta l’attenzione di chi legge tutta sulla storia. È proprio la sceneggiatura che soffre di più nel volume, mancando di equilibrio fra le parti: se da un lato lo svolgersi della trama fila liscio fino al rapimento di Lucia, il resto della storia, dalla conversione dell’Innominato al matrimonio fra i protagonisti, passando per la p-sposi-web24peste, è molto più lento e difficilmente digeribile. Questo problema è lo stesso che si riscontra nell’originale di Manzoni, anche per quanto riguarda la gestione del tempo: tuttavia questa aderenza al modello non pare giustificabile. Se di parodia si tratta, ci si aspettano situazioni buffe, divertenti, battute sagaci, tutti elementi che appaiono sì insistentemente (forse troppo), ma che mancano di mordente umoristico. Dopo solo poche pagine il lettore avrà già intuito ogni singolo scambio di e su Fra’ Cristoforo, per non parlare di un Renzo nerdizzato all’ennesima potenza e stucchevolmente prevedibile: se si trattasse quindi di tavole a cadenza settimanale forse il problema risulterebbe di minor impatto, diluito nel tempo. Di contro un volume intero, contenente come appendice finale la parodia de Storia di una colonna infame (difficile sdrammatizzare un racconto del genere), non è di facile lettura, né affatto piacevole.


Renzo & Lucia. I Promessi sposi a fumetti
Dante. La Divina Commedia a fumetti
Gesù. La trilogia
Le cose così
Quando c’era LVI: 1



LA NOSTRA PAGELLA: 4.5/10



Andrea Tondi

Filologo romanzo, vive nel suo mondo fatto di cavalieri e avventure mistiche nella foresta. Quando torna nel mondo reale, scrive di fumetti.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. poplite ha detto:

    Le tavole dei Promessi Sposi sono nate per una cadenza mensile, essendo da anni presenti in terza di copertina di Fumo di China.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.