Recensione: Safari Honeymoon

Editore Eris Edizioni
Autori Jesse Jacobs
Prima pubblicazione Koyana Press 2014
Prima edizione italiana Novembre 2015
Formato 16,5 x 24 cm, brossurato
Numero pagine 80 a colori

Prezzo 10,00 euro

Esiste un futuro talmente splendente che se puntate bene gli occhi nella giusta direzione lo potrete veder brillare in lontananza.
– da Safari honeymoon

SAFARI HONEYMOON

download (3)Il matrimonio è un rito importante. La luna di miele è una cosa seria, anzi serissima.  C’è chi visita la gettonatissima New York o le calde spiagge di Miami, chi si spinge in estremo Oriente lasciandosi trasportare da tradizioni ancorate alla religione e allo spirito umano… e poi ci sono loro, i Newlyweds ideati da Jesse Jacobs che decidono di avventurarsi per un safari in una foresta popolata da parassiti e animali gommosi e scimmie telepatiche. L’artista canadese, al suo debutto in Italia, ha all’attivo numerosi collaborazioni nell’ambito del design e ha lavorato per il seguitissimo show Adventure Time.

Eris Edizioni, l’associazione culturale italiana che ha dato alle stampe il trip narrativo di Safari Honeymoon, è una delle realtà più interessanti in Italia dal punto di vista della sperimentazione; senza avere il timore di pubblicare storie non convenzionali si getta a capofitto nella realizzazione di volumi dal sapore underground e postmoderno. Avevo già incrociato la mia strada con Eris Edizioni; l’incredibile Sandro di Alice Socal resta probabilmente una delle storie che ha parlato direttamente con le mie turbe interiori da eterno Peter Pan, sussurrando consigli, lasciando che ci fosse una catarsi alla fine della storia, e rimescolando tutto con un forte intimismo.

ACID FOREST

imagesLa posta in gioco con Safari Honeymoon è raddoppiata; Jacobs sputa in faccia al lettore una storia visionaria che sviscera il forte legame degli essere umani con la superficialità della vita metropolitana. Sembra paradossale poiché l’intera storia si sviluppa in una bizzarra foresta che nel mondo reale potreste vedere solo dopo aver assunto acidi di pessima qualità. Gli sposini avventurieri sono esattamente il prototipo dell’essere umano che ha dimenticato il vero rapporto con la natura, riuscendo a relazionarsi con essa attraverso i codici cittadini. Lo sposino si lamenta continuamente, facendo riferimenti al mondo “civilizzato”, senza riuscire a vivere al meglio la luna di miele.

Il viaggio della coppia è una discesa al Green Inferno. Immancabile è la figura di un Caronte identificato nella Guida, un uomo che conosce le insidie della natura, risultando così una voce funzionale per l’autore per spiegare al lettore tante particolarità del mondo in cui sono calati i protagonisti.

Verde come le foglie, verde come l’invidia, verde come il colore dei soldi… verde come la natura! Il colore verde predomina per l’intero volume. La realizzazione grafica di Safari Honeymoon ha un impatto visivo pazzesco, partendo dalla cover che mostra la duplice visione vita/morte a cui sono sottoposti i protagonisti. Safari Honeymoon, grazie a una grafica accattivante e disegni che sono quanto di più moderno e attuale possibile, si classifica come un volume da acquistare a scatola chiusa. Ci sono anche delle controindicazioni; se dal punto di vista grafico è un libro che non sfigurerebbe in nessuna libreria, la controparte contenutistica potrebbe far esclamare:

Che diamine ho appena letto?

Safari Honeymoon non è un volume per tutti. Non spiega assolutamente nulla. Resta un messaggio che viene letto tra le molteplici vignette che rendono le pagine fitte d’immagini. Eris Edizioni è specializzata in questo settore, per questo motivo riesce a selezionare opere che parlando della realtà senza sbandierarlo ai quattro venti.

UCCIDERE, L’UNICA SOLUZIONE!

Safari-Honeymoon_6Di solito non amo parlare del contenuto della storia per evitare di rovinare la lettura, eppure c’è un gesto così frequente nella storia che è impossibile non sottolinearlo: la Guida si presenta come conoscitore della foresta, ma non è schierato in difesa delle strane creature e piante che la popolano, bensì è uno spietato cacciatore che preme facilmente il grilletto. “Ucciderli era la cosa più umana da fare“, dice la Guida nelle prime pagine della storia, e poi intervalla spari e massacri di creature a ricette degne del miglior cuoco di Masterchef. Della serie, siamo a tavola, pronti a pranzare, al telegiornale passa un servizio su uno sterminio di bambini, donne e uomini indifesi, scuotiamo leggermente la testa, tagliamo la nostra bistecca al sangue, mastichiamo velocemente, la ingoiamo digerendo anche la notizia di mille morti, e siamo pronti a dire: “Poveri morti, cosa c’è per dessert?“.

Probabilmente sono mie supposizioni lontane dalla volontà di Jasse Jacobs, eppure una buona storia è questo che deve fare. Spingere a riflettere. Con Safari Honeymoon potrete sperimentare tutti i livelli di lettura immaginabili.


Safari Honeymoon
Mox Nox
Misantromorfina
Quello che mi sta succedendo
Sandro



LA NOSTRA PAGELLA: 7/10



Luigi Formola

27 Luglio 1986. Musicista, scrittore e comunicatore. All'età di otto anni mi divertivo a riscrivere i climax di molti film. A dodici anni scelgo Dylan Dog come costante della mia vita. A vent'anni, l'università, Scienze della Comunicazione, una tesi sulla correlazione degli stili di vita e le marche. A ventun'anni la mia prima ed unica band i Dreamway Tales. Nel 2013 studio sceneggiatura alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Attualmente collaboro con la NPE, come traduttore e autore, e sono al lavoro sul mio primo romanzo con l'agenzia letteraria TZLA.

Potrebbero interessarti anche...

1 Risposta

  1. 16 novembre 2016

    […] imperdibile talento pluripremiato della scena del fumetto indipendente internazionale Dopo Safary Honeymoon di Jesse Jacobs, Eris Edizioni aggiunge al suo catalogo un altro degli incredibili artisti del […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.