Recensione: Shutendoji

shutendoji-1-di-go-nagai-ed-dynamic

Editore Dynamic
Autori Go Nagai
Prima pubblicazione 1976
Prima edizione italiana 2005
Formato 12,5 x 18 cm
Numero pagine 200
Prezzo 4,90 euro

Mi chiamo Jiro Shutendo… Sono un terrestre, ho percepito che eravate in pericolo e sono accorso in vostro aiuto da una zona remota dello spazio…

DALLA TRADIZIONE GIAPPONESE

shutendoji-go-nagai-1-9-completaLeggendo Shutendoji ci si accorge come sia stata prolifica la produzione di Go Nagai negli anni ’70 dello scorso secolo. Sono numeri davvero impressionanti e non solo, perché legati a questo parco infinito ci sono personaggi di successo assoluto. Pare forse un po’ limitato il bacino dal quale attinge le idee, in molti casi l’ambito è quello robotico in altri è quello erotico e in diversi è naturalmente quello della tradizione dei demoni, diavoli e oni. Shutendoji appunto appartiene a questa ultima categoria. Non manca nulla per essere qualificato come un prodotto Nagaiano d.o.c., la natura demoniaca del protagonista, che naturalmente è il ribelle di turno, dotato di poteri tanto nascosti come terrificanti, c’è la ragazza di turno, innamorata del protagonista, in questo caso Jiro Shutendo, come vuole la regia più nuda che vestita. Ritroviamo l’immancabile porzione si sana brutalità, distribuita senza lesinare con scene di violenza in certi casi raccapricciante, ma va bene così è un marchio di fabbrica. Poi naturalmente ritroviamo lo spunto dettato dalla tradizione del costume nipponico, fonte inesauribile di miti, leggende e racconti. Anche qui scopriamo passaggi che a noi occidentali sembrano calati da una realtà distorta ma che alla sfera giapponese devono apparire come citazioni assai comuni. Ecco quindi calarsi nella scena oni (l’equivalente dei nostri orchi) di ogni specie, divisi in caste a seconda di una gerarchia molto precisa, ora rappresentati alla maniera tradizionale, ora interpretati dalla mente geniale del maestro. Non è difficile scorgere delle somiglianze con personaggi appartenenti a altre saghe, come vuole lo stile di Nagai.

CHE COSA CI SI ASPETTA

Chi ha letto diverse opere di questo autore sa precisamente cosa aspettarsi. Seppur la produzione personale sia0004-006 spropositata e assai variegata si divide per filoni ben delineati. Shutendoji appartiene come detto a quello che potremmo definire dei “demoni”. La sensazione è quella di vedere un autore che ha trovato un’idea così rivoluzionaria che non sa come domarla, pare infinitamente insoddisfatto, perennemente alla ricerca di offrire al pubblico un soggetto via via più raffinato, ma che finisce invece per essere parzialmente la copia di se stesso, un variabile di un tema principale. Non si discute il capolavoro “Devilman“, ne il suo antenato “Mao Dante” propedeutico appunto alla creazione del personaggio di Akira Fudo, ma alcuni titoli successivi suonano ridondanti, eccessivi, poco creativi seppur animati da una verve vulcanica. Shutendoji si colloca in una via di mezzo, assai più legato al mondo della tradizione di altre opere, ma il desiderio di trovare novità sterza violentemente verso un finale inaspettato, onirico, quasi fantascientifico. Insomma chi ama Go Nagai deve assolutamente leggere anche questo. Naturalmente non c’è da aspettarsi che il disegno sia migliore o peggiore di altri, il registro intrapreso dal maestro è uno, sempre lo stesso, da sempre sa dividere il pubblico, o piace o non piace.


Shutendoji: 1
Shutendoji: 2
Shutendoji: 3
Shutendoji: 4
Shutendoji: 5




LA NOSTRA PAGELLA: 6.6/10



Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.