Recensione: The Breaker #1

Editore Star Comics
Autori Jeon Geuk-Jin e Park Jin-Hwan
Prima pubblicazione 2007
Prima edizione italiana Giugno 2011
Formato 13×18 cm
Numero pagine 192 pagine, bianco e nero

Prezzo 5,50 euro

Il coraggio è essere determinati e non arrendersi davanti a qualcosa che credi ingiusto, anche se non hai la forza di combattere.
– da The Breaker #1

UN PROFESSORE PARTICOLARE

L’adolescenza e i problemi della scuola; sembra inizialmente parlare solo di questo The Breaker #1, il manhwa (manga in coreano, ndr) scritto dal coreano Jeon Geuk-Jin con i disegni di Park Jin-Hwan, edito da Star Comics. Ma scopriremo che non si tratta solo di questo quando un misterioso e particolare professore irromperà nella storia, dando il via a una vicenda piena di arti marziali, belle donne, sofferenza e al tempo stesso divertimento.

QUANTO È DURA LA SCUOLA

pix4Shioon è un alunno del liceo Guryong preso di mira continuamente da alcuni bulli coetanei. Questi gli rendono la vita talmente difficile che il povero ragazzo, incapace di reagire, pensa anche al suicidio. Nel frattempo arriva nella scuola un nuovo supplente, Han Chun-Woo, insegnante d’inglese dal vestiario e dai modi di fare molto particolari. Shioon, per caso, dopo la scuola, assiste ad uno scontro tra il nuovo professore e un gruppo di male intenzionati, e incredibilmente Chun-Woo sfodera una tecnica di arti marziali superiore che stende i brutti ceffi e lascia incredulo il ragazzo. Shioon, spinto anche dalle parole della bella amica Saehee, decide finalmente di reagire ai bulli chiedendo al particolare professore di insegnargli le sue straordinarie tecniche. Chun-Woo si dimostra però molto titubante, anche perché ormai abbiamo capito che lui non è un semplice insegnante abile nelle arti marziali, ma un personaggio che nasconde un oscuro segreto.

BUON MIX DI DIVERTIMENTO E DRAMMATICITÀ

the-breaker-728070La trama scritta da Geuk-Jin risulta abbastanza scorrevole, anche se non si pregia di una grande originalità, e riesce comunque ad unire il registro drammatico a quello comico: quel tanto che basta per non annoiare mai e divertire il giusto. I disegni di Jin-Hwan sono molto belli, le tavole dei combattimenti rendono veramente bene grazie anche all’ottima resa dinamica. Uno stile che nel complesso si fa notare per l’espressività e la chiarezza del tratto. Un buon inizio quindi per questa serie che mira ad un pubblico variegato, grazie proprio alla sua continua alternanza di registri, uniti ad un’ottima qualità grafica e di edizione.

SHIOON E CHUN-WOO PERSONAGGI DA SEGUIRE

the-breaker-728282In definitiva questo numero uno invoglia a continuare la lettura della serie, che lascia intravedere degli sviluppi interessanti sia per la vicenda scolastica e esistenziale di Shioon, sia per quella misteriosa e legata al mondo delle arti marziali di Han Chun-Woo. Due personaggi molto diversi, come diversi sono i momenti che viviamo nella vicenda raccontata; in una pagina infatti sorridiamo per le battutacce del professore, in una ci rattristiamo per la situazione di Shioon oppure in un’altra ci esaltiamo per duri scontri a suon di calci e pugni. Un manhwa divertente, non troppo impegnativo e che promette bene: da seguire!


The Breaker: 1
The Breaker: 2
The Breaker: 3
The Breaker: 4
The Breaker: 5

Fonte Immagini: mangareader.net

LA NOSTRA PAGELLA: 6.5/10



Alessandro Di Giulio

Il mondo del fumetto l'ho sempre amato da quando mia madre mi portò al primo Lucca Comics della mia vita, penso che ora si odi per questo; da allora li compro li leggo e li colleziono e non me ne sono mai pentito. Ho 31 anni mille passioni e una vita sola per poterle coltivare; questo è il cruccio di molti di noi. Cosa c'è di meglio allora di scrivere di una di queste grandi passioni?..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.