Recensione: The Professor #3 – Follia

Editore Erredi Grafiche Editoriali
Autori Cristiana Astori (testi), Riccardo Innocenti (disegni) e Andrea Corbetta (copertina)
Prima pubblicazione 28 febbraio 2017
Prima edizione italiana 28 febbraio 2017
Formato 14 × 20 cm
Numero pagine 100 in bianco e nero

Prezzo 3,50 euro

Mmm… Un pentacolo, un bafometto e un’altra effigie di Satana: chiari simboli di arti occulte…

LA TRAMA

Il terzo numero di The Professor, intitolato Follia, è ambientato nell’Inghilterra vittoriana. Benjamin Love, il professore dell’University College di Londra protagonista della serie, è stato chiamato dalla polizia per indagare insieme a Lady Emma Blackman, psichiatra del manicomio di Bethlem, su strani casi di raptus omicida. L’insegnante di scienze esoteriche, i cui tratti somatici sono ispirati al famoso attore inglese Peter Cushing, mette in contrasto la propria visione della magia con la medicina.

Benjamin inizia a cercare qualche indizio nell’antico manicomio diretto da Emma e trova un personaggio che crede di essere Edgar Allan Poe, il celebre scrittore americano di romanzi. Grazie a questo strambo paziente e ad alcune intrusioni non propriamente legali il professore e la dottoressa scoprono che l’antico Hellfire Club, circolo riservato agli aristocratici, nasconde in realtà qualcosa di più potente e barbaro che…

LA LETTURA

Il terzo volume della prima serie a fumetti firmata Erredi Grafiche Editoriali risulta scorrevole e piacevole da leggere esattamente come il secondo numero.
Cristiana Astori, la sceneggiatrice della storia, ha fatto un ottimo lavoro soprattutto nel momento in cui è riuscita a incastrare un personaggio come Poe all’interno di questa ambientazione. La storia crea i giusti punti di suspense misti a siparietti divertenti e romantici.

I disegni di Riccardo Innocenti, dal tratto pulito e ben definito, sono lo specchio dell’Inghilterra vittoriana. La scelta, adottata per tutta la serie, di lasciare le pagine in bianco e nero aumenta notevolmente l’immedesimazione nell’epoca in cui le vicende sono narrate. La copertina di Andrea Corbetta, creatore della serie, trasmette fin da subito un senso di follia e instabilità psichica al lettore che si appresta ad aprire il volume.

CONCLUSIONI

La serie The Professor inizia a diventare un ottimo prodotto degno di essere letto. La capacità degli autori di mischiare fatti e personaggi storici con episodi romanzati è un valore aggiunto per questa serie. Personalmente ho trovato molto avvincenti gli ultimi due numeri del fumetto con protagonista Benjamin Love. Ciò che invece manca è un filo conduttore per una trama comune tra tutti i volumi di The Professor, forse l’unica pecca considerando che quest’opera viene presentata come una mini-serie di sei volumi.

In ogni caso, considerando che si tratta del primo prodotto di questo tipo targato Erredi Grafiche Editoriali, consiglio a tutti gli amanti dell’horror gotico e delle storie d’investigazione di reperire i primi albi di The Professor per poter aspettare insieme Sirena, il quarto volume in uscita a fine aprile 2017.

Per le mura di Gerico! Quell’idiota ci ha visti…



LA NOSTRA PAGELLA: 7.7/10



Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.