Recensione: Thorgal

Editore Panini Comics
Autori Jean Van Hamme, Grzegorz Rosinski
Prima pubblicazione marzo 1977
Prima edizione italiana 2001
Formato
Numero pagine 64

Prezzo 2,99 euro + il prezzo del quotidiano

Io, Thorgal lo scaldo, Thorgal il bastardo, ho sete adesso solo di amore e pace

ThorgalStraniero nelle terre del Nord, dove solo i drakkar osano sfidare la tempesta; figlio delle stelle, come narrano le leggende sussurrate al lume di un focolare nella notte; scaldo figlio di Aegir, il gigante che regna sotto il mare, di cui lui possiede la rabbia e il tumulto. Thorgal, capolavoro della bande dessinée torna di nuovo disponibile nella sua intera saga di 50 numeri in tutte le edicole dello Stivale grazie a un’iniziativa editoriale di Panini ComicsLa Gazzetta dello Sport; il fumetto di Rosinski e Van Hamme viene riproposto in un’edizione brossurata economica e settimanale, al prezzo di 2,99 euro a uscita.

IL GHIACCIO E LA MERAVIGLIA

wolf-cub-thorgalLa neve e il mare salato dominano la scena nei regni dei Vichinghi, dove la realtà storica e la mitologia dell’ Edda poetica si fondono in un unico corpo; il gelo attanaglia il corpo di Thorgal Aergisson, denudato e condotto al supplizio: morirà per mano dell’alta marea, così ha deciso il perverso e codardo Gandalf il Pazzo, re dei Norreni. L’unica colpa di quest’uomo mite, di origini ignote, figlio adottivo del precedente sovrano è l’amore per Aaricia, figlia del suo aguzzino, un sentimento proibito dalla società. Inizia così l’epopea di questo bizzarro eroe, non violento, ricco di pietas per il nemico come un Enea virgiliano davanti agli sconfitti, ma al contempo impavido e coraggioso: eppure il nostro scaldo, ovvero poeta, è obbligato dalle varie e mutevoli avventure in cui si imbatte ad imbracciare le armi, a combattere predoni, pirati, incantatrici e mostri fantastici al limite di ogni più fervida immaginazione.

UNA SCENEGGIATURA SILENZIOSA

Qui troviamo il primo capitolo della vicenda e, accanto ad esso, una breve storia in solitaria dell’eroe, immerso nella foresta ghiacciata e i pericoli che questa nasconde: il medio formato (un poco ridotto rispetto agli standard del fumetto franco-belga) permette di assaporare ogni più piccolo dettaglio dell’arte di Rosinski, ogni suo scoglio irto e aguzzo, i panorami mozzafiato della Scandinavia, i tramonti e le tempeste. Il mondo in cui Thorgal si muove è privo di suoni, immerso nel silenzio naturale, dove solo la voce del protagonista risalta per dichiarare i propri pensieri e le proprie riflessioni, per mostrare le proprie scelte differenti in un mondo che pare guardare solo alla violenza e al potere. I sentimenti repressi, l’odio, l’ira, l’inganno costituiscono un sottobosco mortale in cui muoversi, irto di trappole da cui solo un uomo saggio e avveduto, devoto agli dei, può salvarsi. Il consiglio è quindi quello di recuperare quest’edizione, seguirla passo passo e riscoprire un opera magistrale che ci farà emozionare ancora.

345-l1600-h1200


Thorgal 1 L’isola Dei Mari Ghiacciati
Il figlio delle stelle. Thorgal: 2
Thorgal 3. Gli arcieri
Tra terra e luce. Thorgal: 4
La fortezza invisibile. Thorgal: 5



LA NOSTRA PAGELLA: 8/10



Andrea Tondi

Filologo romanzo, vive nel suo mondo fatto di cavalieri e avventure mistiche nella foresta. Quando torna nel mondo reale, scrive di fumetti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.