Recensione: Toki il santo d’argento

Editore Planet Manga
Autori Yuka Nagate (storia e disegni), Buronson Tetsuo Hara (progetto originale)
Prima pubblicazione 2007
Prima edizione italiana 2014
Formato
Numero pagine
Prezzo € 4,50

UN SOLCO PROFONDO

Toki_Gaiden_(6)Dopo tre decenni Ken il guerriero riesce ancora a far parlare di sé. Il suo astro è stato così luminescente al passaggio che nonostante abbia tracciato un fendente perfetto ad oggi non ci sentiamo, noi lettori, completamente soddisfatti. Accade così anche quando siamo rimasti appagati, soddisfatti, entusiasti e divertiti, chiedere ancora è l’istinto di ogni goloso che insiste ben oltre ogni lecito buon senso, come quel bambino che approfitta di una momentanea occasione per fare scorpacciata di caramelle sapendo che a breve il mal di pancia non tarderà ad arrivare. Negli anni ci siamo accontentati di rileggere più e più volte la stessa storia, magari cedendo alla tentazione di accaparrarsi ristampe proposte in formati più grandi o gratificate dall’aggiunta di qualche tavola a colori mai vista nella piccola e tanto amata edizione tascabile ad opera della scomparsa Granata Press. Ma proprio quando la rassegnazione ha rivestito la luce dei ricordi cari, di un personaggio unico, ecco che quasi con carattere sfacciato arriva un compendio alle note vicende del dopo bomba. Sarebbe forse corretto parlare di spin-off? Io non me la sento, se considero questa parola nel senso più stretto, poiché non sono capace di considerare personaggi come Toki comprimari. Infatti accade proprio questo, dal progetto originale imbastito da Buronson Tetsuo Hara e dai disegni di Yuka Nagate, veniamo a conoscenza di una serie di vicende che arricchiscono e approfondiscono le nostre conoscenze in merito alle trame che si intrecciarono prima dello scoppio della tragica guerra nucleare.

LE TESSERE CHE MANCAVANO

L’opera intera di Ken il guerriero va intesa come un enorme mosaico carico di infinite tessere. Per quanto sembri un lavoro dall’equilibrio
toki17 narrativo perfetto, dove le dosi sono calibrate al punto giusto senza pause insistite o risvolti repentini, ci si accorge che lo spessore altissimo di molti personaggi meriterebbe di essere analizzato con più vigore, ma non per evidenziare una mancanza degli autori, ma più per quell’implacabile sete di conoscenza che si scatena quando si è presi anima e corpo da un argomento. Così eccoci qua con in mano questa mini serie di sei numeri dedicata ad un personaggio amatissimo, giusto, severo, magico, in una sola parola: Toki. In questo breve viaggio quelle tessere che dicevamo prima si infittiscono, otturando ulteriormente le vecchie fessure, permettendo così una visione più dettagliata della storia e regalando un colpo d’occhio più vicino. Si entra così in contatto con un giovanissimo Toki, acerbo seppur espertissimo designato successore della divina scuola di Hokuto; ne viene fuori un passaggio avvincente, un dietro le quinte vivido, dove non c’èspazio solo per i buoni sentimenti o le migliori intenzioni. E’ uno spaccato sulla vita vera, nella quale la disciplina delle arti marziali si incastrano. Però non è solo questo che fa schizzare lungo la schiena qualche scossa di puro godimento, ma piuttosto sono quelle piccole e grandi rivelazioni che cementano i rapporti, i desideri, le paure e i retroscena.

UNO SPIRITO TRANQUILLO

toki101Grande merito di questo risultato sorprendente va sicuramente ricercato nella capacità dell’autore dei disegni che ha colto l’anima del personaggio di Toki. Questa mini saga non vede scontri epici o battaglie indimenticabili, ma piuttosto è un viaggio introspettivo che corre parallelo verso l’elevazione spirituale del grandioso fratello di Ken. Il disegno è un compagno desiderabile, conquista con la sua esile caratteristica quasi delicata, puntuale nel dettaglio, espressivo nei volti, profondo nell’utilizzo dei retini. Insomma se volete scoprire cosa ci ha tenuto nascosto Toki in tutti questi anni non vi resta che fissare bene qualche nuova tessera al vostro personale mosaico.


Toki. Il santo d’argento. Ken la leggenda: 1
Toki. Il santo d’argento. Ken la leggenda: 2
Toki. Il santo d’argento. Ken la leggenda: 3
Toki. Il santo d’argento. Ken la leggenda: 4
Toki. Il santo d’argento. Ken la leggenda: 5



LA NOSTRA PAGELLA: 8/10



Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.