Recensione: Topolino #3190 – Weekly #2

Editore Panini Comics
Autori Vari
Prima pubblicazione 11 gennaio 2017
Prima edizione italiana 11 gennaio 2017
Formato 14 x 18 cm
Numero pagine 162 a colori

Prezzo 2,50 euro

Nel numero 3190, uscito l’11 gennaio 2017 nelle edicole di tutta Italia, troviamo quattro storie di media lunghezza corredate dagli editoriali tradizionali e gli immancabili topogiochi.
Silvia Ziche apre come d’abitudine il giornale con una simpatica gag per chi non aspettava altro che neve. Abbiamo poi l’apertura editoriale di Valentina de Poli con la lettera di una lettrice particolarmente empatica. Indice, posta e si comincia con le storie.

WIZARD OF MICKEY – MAGICRAFT

di Matteo Venerus e Roberto Marini, terza puntata

CatturajnLa saga magica più famosa di Topolino continua in un episodio ricco di battaglie e grandi atmosfere. Poco da dire in merito: Marini sempre sul pezzo, con scenari mozzafiato e un sapiente uso dello spazio d’azione, mentre Venerus pare essersi ripreso dalla confusione dei numeri precedenti narrando con equilibrio e ritmo sostenuto. Non esattamente il proseguo che mi aspettavo, questa nuova saga fa acqua e i buchi di trama difficilmente saranno riempiti.

GAMBA DI LEGNO E LA CORDATA TRANVIARIA

di Fausto Vitaliano e Donald Soffrittid

Gamba di legno e Sgrinfia tornano all’opera dopo un breve, ordinario, soggiorno in carcere. Decidono di rapinare una gioielleria; il colpo perfetto è pronto ma qualcosa va assurdamente storto.

Ammetto di aver riso rumorosamente nel passaggio iniziale, il passaparola tra carcerati è geniale e stravagante. Pochi autori mi hanno fatto ridere di pancia, distinguendosi dal semplice sorriso da ebete che si figura sul volto di noi lettori, e Vitaliano è ora tra questi. Il tratto di Soffritti è morbido e spesso, i personaggi assumono espressioni spassose ed irresistibili. Una storia davvero piacevole!

COMUNICAZIONI PAPERE: I MESSAGGI CERATI

di Giorgio Figus, Bruno Sarda e Giulio Chierchini

ImmagineChierchini è una sicurezza del trash, ogni volta che vedo il suo nome a fine pagina sorrido. Capiamoci, non sono un purista del fumetto disneyano, amo lo stravolgimento di canoni e stili, ma qua parliamo di vero e proprio trashume. Senza proporzioni, senza dinamiche, senza prospettive e con una fantasia illimitata che riesce a creare espressioni già nella storia per la loro bruttezza. Tutto ciò non può che strapparmi un triste sorriso.
I due autori, a quattro mani, pare scrivano una sceneggiatura confezionata appositamente per essere ridicola come i disegni: ritmo sconclusionato, entrate in scena mal calibrate e un forte imbarazzo narrativo.
Saltatela pure o fatevi due risate sull’inadeguatezza della storia, a voi la scelta.

INDIANA PIPPS E IL TOCCO DI RE MIDA

di Bruno Sarda e Lorenzo de Pretto

Torna l’archeologo più famoso del Calisota!Immaginen Chiamato dal rettore dell’Università di Metropol City, Indiana dovrà partire alla ricerca del palazzo del famigerato Re Mida (insomma quello che trasformava in oro tutto quel che toccava) tenendo al contempo d’occhio lo sbadato professore.
Sarda, ripresosi dagli incubi paperi con  Chierchini, narra una piacevole avventura con sfumature morali degne di nota. Buono il lavoro di De Pretto, per la prima volta alle prese con il mondo dei senza becco, che disegna con mano capace e ferma donando ai personaggi dinamicità ed agli ambienti un’ammirevole austerità.

ZIO PAPERONE E ROCKERDUCK AMICI PER LE PENNE

di Marco Bosco e Valerio Held

ImmagineZio Paperone e Rockerduck diventano amici. La cosa puzza, che ci sia un complotto?
E’ insolito vedere i membri del Club dei Miliardari in azione e la cosa mi ha inizialmente piacevolmente sorpreso. Il tutto si è però concluso nella solita storia poco entusiasmante dal finale affrettato. Marco Bosco crea un buon interesse nella vicenda, scadendo però nel banale a fine storia; niente da annotare a Held, tradizionale e composto.
Una storia piacevole ma con finale deludente.

Questa settimana siamo dunque davanti ad un numero rinunciabile, un albo da treno o autobus.


TOPOLINO N.3146 – Variant Cover
Topolino 3094 Cover Variant – Dylan Top
Topolino 3127 Variant
Topolino numero 3071 Copertina Variant Lenticolare edizione limitata
Topolino 3023 1° Edizione Variant Cover

C4 MATITE:

Roberto Diglio

Sceneggiatore e, prima di tutto, accanito lettore di fumetti. Frequento la Scuola Internazionale di Comics, progetto e scrivo molteplici fumetti, studio storia e analisi della nona arte. Ogni tanto dormo e sogno di diventare un autore famoso tanto da farmi insultare da quei maledetti recensori. Nel frattempo recensisco.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.