Recensione: Vita di montagna. Secondo… Natura

Editore Lavieri Edizioni
Autori Fabio Ruotolo
Prima pubblicazione 2016
Prima edizione italiana 2016
Formato 17 x 24 cm
Numero pagine 80 a colori

Prezzo 12,00 euro

Vita di Montagna. Secondo… natura pubblicato da Lavieri Edizioni prosegue il racconto dell’avventura autobiografica vissuta in una località montana, iniziata in “Vita di montagna” (Edizioni Pavesio 2011). Più che una storia unica, è una raccolta di aneddoti intenzionalmente comici dove la vita a contatto con la natura descritta non è idilliaca come ce la potremmo immaginare al calduccio nel nostro appartamento di città.

IL VOLUME

Fabio Ruotolo, l’autore, deve infatti combattere con un’invasione di talpe e con la legge di gravità esattamente come Newton, a suon di mele sulla testa. I vari stunk! delle mele e le altre onomatopee sono alcuni dei pochi suoni che si “leggono” nel libro: le gag infatti funzionano e fanno ridere pur essendo completamente mute.

La comicità è sottolineata anche dal disegno e dal character design dei personaggi presenti nelle vignette: l’autore si disegna come un nano barbuto con un gran testone mentre le altre (poche) persone presenti sono alte e belle.

Il colore è dato a campiture piatte con un solo livello di ombre in digitale, il segno nero invece si rifà a un’inchiostrazione classica modulata. Interessanti sono i disegni ad acquerello che accompagnano la lettura di tutto il libro, dividendolo in capitoli e narrando a loro volta una storia nella storia. La colorazione ad acquerello dell’autore è godibile da vedere e in realtà se il libro fosse stato realizzato tutto con questa tecnica, la vena comica ne avrebbe giovato venendo risollevata dalla freschezza del colore in analogico.

CONCLUSIONI

In definitiva il fumetto è godibile, e si potrebbe dire adatto a un pubblico infantile se non fosse per una delle ultime gag in cui il protagonista ha un’allucinazione dalle conseguenze inaspettate a seguito del consumo di un cannabinoide. Personalmente non ci vedo nulla di male nel narrare ai più piccoli i possibili esperimenti con le droghe leggere, anche se preferisco aneddoti più realistici (la marijuana non da allucinazioni fino a prova contraria) e quindi meno fuorvianti.

Godibile per una lettura leggera.

C4 MATITE:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.