[Esclusiva] C4 Chiacchiere con… Edizioni Dentiblù

INTERVISTA ZANNABLÙ LUCCA – Come i nostri lettori più fedeli sanno bene, noi di C4 Comic seguiamo sempre con molta attenzione le avventure del cinghiale più simpatico d’Italia. Il Lucca Comics & Games è alle porte e, come abbiamo anticipato, Zannablù sta per ritornare più in forma che mai con The Porking Dead, una nuova, esilarante parodia che rivisita in chiave umoristica la celebre saga creata da Robert Kirkman.
Quale migliore occasione per rivolgere qualche domanda ai creatori di Zannablù e fondatori della casa editrice? È con grande piacere  che accogliamo per la seconda volta su C4 Comic due degli autori più simpatici del panorama italiano, Barbara Barbieri e Stefano Bonfanti, in arte… I Dentiblù!

C4C: The Porking Dead: L’ultima vostra fatica… O, per meglio dire, l’ultima fatica del povero Zannablù, che questa volta avete catapultato in mezzo a degli zombie! A chi dei due è venuta l’idea? Era da molto che ci pensavate?
Dentiblù: Stavolta è uno di quei casi in cui non si sa bene da chi dei due sia partita l’idea di base, ma va detto che, se parodizzare il mondo ideato da Kirkman era uno dei conigli nel nostro cappello, è stata Star Comics a toglierci dall’imbarazzo della scelta, optando decisamente per quell’alternativa.

C4C:
The Walking Dead è una serie che sta avendo molto successo su ogni fronte. La vostra fonte di maggiore ispirazione è stato il fumetto o la serie tv?

Dentiblù: Senza dubbio la serie TV: la stragrande maggioranza delle parodie di Zannablù prende spunto dallo schermo, grande o piccolo che sia. E quindi, sì, sarà più facile rivederci le situazioni e i personaggi del telefilm, anche se – come al nostro solito – parodia equivale a stravolgimento…

C4C: Parliamo dello scenario: l’anteprima che avete mostrato ci svela che l’apertura ricalca, in chiave parodistica, quella di The Walking Dead. I luoghi dove si svolgerà l’azione sono tutti ripresi dall’opera di Kirkman?
Dentiblù: Domanda oltremodo interessante. Quali alternative esistono a “sì” e “no”? Scherzi a parte, abbiamo cercato di contaminare la massima fedeltà ai panorami della Georgia ritratta in The Walking Dead con un immaginario ben più vicino a noi. E così, fra le altre cose, i nostri personaggi visiteranno la città di Atalanta (non è un refuso: vi sono davvero inquietanti parallelismi con Bergamo), la famosa scena del carro armato è invece a bordo del tanko dei secessionisti veneti e non è un caso che il carcere in cui si rifugeranno si chiami “Rebible Jail”.

C4C: Per chi conosce The Walking Dead non sarà difficile capire a chi fa riferimento la figura dello sceriffo Flick Grugnes. Avete voglia di parlarci di qualche altro personaggio con il quale il nostro amico cinghiale si troverà ad avere a che fare?
Dentiblù: Il fumetto è corale così come l’opera di riferimento e non manca una buona dozzina di personaggi principali. Vi saranno immancabilmente le caricature, come lo sfacciatissimo rapporto fedifrago fra Loretta, la moglie di Flick, e il suo amico Shame; poi vi saranno i classici stravolgimenti, come un Merlo (sì, il fratello di Delyr) preoccupantemente gentile e premuroso, ma ci saranno anche altri personaggi del tutto inediti… ed è proprio riguardo a questi ultimi che ci prude la lingua dalla voglia di rivelarvi tutto, ma preferiamo farli entrare in scena con un bieco effetto sorpresa. Ci direte poi…

C4C: A quanto pare Zannablù, citando Edizioni StarComics, non dovrà preoccuparsi soltanto degli zombie ma anche, e soprattutto, “dell’inettitudine dei viventi”. Sebbene declinato in chiave umoristica, è importante per voi riuscire a inserire nelle vostre opere, tra una risata e l’altra, un messaggio serio rivolto al lettore?
Dentiblù: Beh, la risata è sempre l’obiettivo numero uno e non cede il passo a messaggi seriosi deliberatamente nascosti fra le righe. Ciò detto, il mondo di Zannablù altro non è che il nostro mondo e, alle soglie dei quaranta, abbiamo avuto modo di farci un’idea – a volte un po’ scoraggiante – dei vizi e delle virtù dei nostri consimili. Terreno del tutto fertile per delle storie umoristiche.

TPD_coverC4C: È strano per voi vedere Zannablù su Edizioni StarComics, dopo anni di uscite per la vostra casa editrice Edizioni Dentiblù?
Dentiblù: Un po’ sì, ma non troppo a dire il vero. Nei primi anni di vita della serie di Zannablù eravamo esordienti e, in quanto tali, fin troppo indulgenti con noi stessi. Ma poi, specialmente dopo aver collaborato con editori e committenti esterni su altri progetti, abbiamo capito l’importanza di fare qualcosa che non si limitasse a piacere a noi stessi, ma avesse la sua dignità editoriale. In altre parole, i Dentiblù editori erano molto esigenti verso i Dentiblù autori.
Quindi, per quanto si parli di qualcuno ben più navigato, lavorare per Star Comics non ci ha imposto un cambio di abitudini. In ogni caso siamo stati lieti di godere della loro fiducia e della grande autonomia che questo ci ha concesso. Speriamo a questo punto che, con l’uscita dell’albo, non si pentano di avercela data…

C4C: A Lucca l’opera potrà essere acquistata in anteprima, mentre per trovarla in edicola e fumetteria dovremo attendere il 5 novembre. Che cosa significa per voi sbarcare in edicola?
Dentiblù: Si tratta senza dubbio di un bel traguardo ed erano anni che rimuginavamo su come raggiungerlo. Come piccoli editori, la distribuzione in edicola è sempre stata un tabù: complessa e rischiosa tanto da essere spesso associata alla parola “suicidio”, specie in questo momento, nel quale scappano a gambe levate anche molti che già se ne avvalevano.
Al che, qualche tempo fa, abbiamo fatto mente locale e ci siamo resi conto che, se volevamo raggiungere l’edicola, bisognava considerare l’idea di collaborare con chi già ci distribuisse. Una rivoluzione, dato che per noi Zannablù è sempre stata un’avventura a 360°, in cui era ben difficile separare l’aspetto autoriale da quello editoriale.
Ma trovare un partner del genere in un editore come Star Comics è anche qualcosa in più rispetto a un semplice approdo in edicola ed è di per sé un motivo di soddisfazione.

Zannablù signore porcelliC4C: Parlando di Edizioni Dentiblù, a Lucca presenterete diversi volumi di spicco nel panorama del fumetto umoristico italiano. Che cosa potranno aspettarsi i fan dal vostro stand?
Dentiblù: Scintille. Vere e proprie scintille. L’offerta di Edizioni Dentiblù non è mai stata così gustosa, e non diciamo per dire. L’avventura di Sacro/Profano della talentuosissima Mirka Andolfo prosegue col secondo attesissimo volume, la new-entry degli Sketch & Breakfast si è già dimostrata una bomba con l’ottimo riscontro che ha avuto Felinia al Romics, l’inossidabile Manu Tonini ci diverte ancora una volta coi suoi Deficients & Dragons e noi, non paghi di una maratona da novantacinque tavole per The Porking Dead, abbiamo ridisegnato quasi completamente Il Signore dei Porcelli per rilanciarlo con una extended version tutta a colori. Senza contare le iniziative di contorno e l’ormai immancabile e pelosissima mascotte di Zannablù in giro per le strade di Lucca.

C4C: Avete già in mente che cosa far passare al povero Zannablù nella prossima avventura?
Dentiblù: Salvo sorprese, come prossima avventura ci sarà il quarto e conclusivo episodio di “Le Cronache del Porcomondo”, in cui troveranno (speriamo) il bandolo della matassa le avventure a spasso per il tempo di Zannablù. L’uscita è prevista per la primavera 2015… Un orizzonte temporale sufficientemente ampio per poter dire che nel frattempo potrebbe succedere di tutto.

IC4C: Una domanda che è ormai un classico della redazione: qual è la kryptonite di Zannablù?
Dentiblù: Beh, è ovvio: la dieta!

C4C: Chiudiamo con la domanda principale di tutta l’intervista… Diteci la verità: Zannablù apprezza C4 Comic?!
Dentiblù: Altroché! Ogni volta che lo troviamo al computer è su c4comic.it! Anche se, fino a un attimo prima, dagli altoparlanti giureremmo di aver sentito ansimare…

E ora che abbiamo scoperto alcune chicche sul cinghiale più amato dai lettori, vi ricordiamo che al Lucca Comics & Games 2014, da giovedì 30 ottobre a domenica 2 novembre, potrete trovare i Dentiblù al loro stand presso il Padiglione Napoleone, postazione E118 e vi invitiamo a fare un salto sulla loro pagina Facebook a spuntare un bel Like per essere sempre informati sulle ultime novità!
Infine, un enorme in bocca al lupo a Barbara Barbieri e a Stefano Bonfanti e un sentito grazie per aver dimostrato una volta di più la loro disponibilità e l’inimitabile simpatia… Ci vediamo a Lucca!

Nicholas Venè

Leggo, scrivo, gioco, guardo, commento. Osservo e prendo appunti, provando a fare cose.

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. 31 ottobre 2014

    […] fumetto“. Vengono quindi invitati sul palco Stefano Bonfanti e Barbara Barbieri, in arte i Dentiblù, per presentare il loro The Porking Dead, parodia della fortunatissima serie di Kirkman disponibile […]

  2. 26 agosto 2016

    […] insieme a Barbara Barbieri, è l’autore, disegnatore ed editore del sodalizio Dentiblù. Durante la giornata, […]

  3. 13 ottobre 2016

    […] nel nome del padre Editore: Edizioni Dentiblù Autore: Mirka Andolfo Data pubblicazione: 7 novembre 2016 Formato: 17 x 24 cmcartonato con 64 […]

  4. 14 ottobre 2016

    […] 2.0. Tra i due litiganti, il terzo muore Autori: Francesca Mengozzi e Giovanni Marcora Editore: Edizioni Dentiblù Data Pubblicazione: 25 ottobre 2016 Formato: 17 x 24 cm in brossura con 80 pagine a colori […]

  5. 13 gennaio 2017

    […] risultati ottenuti con il volume Felinia: non tutte vogliono essere Marilyn, una nuova proposta Dentiblù con protagonista la divertentissima e ironica Felinia è pronta ai nastri di partenza. A partire dal […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.